Riflessioni del Segretario Provinciale Generale dr Francesco Benevento

Riflessioni del Segretario Provinciale Generale dr Francesco Benevento


 Le norme del Decreto Balduzzi che riguardano l’Assistenza Primaria vanno nella direzione di dare impulso allo sviluppo della Medicina del territorio, ed in particolare ad una più moderna definizione del Medico di famiglia, inserito in forme di aggregazioni professionali.

Fin qui “nulla di nuovo”; perché l’articolo 8 della Legge 229/99 già recitava di “garantire l’attività assistenziale per l’intero arco della giornata e per tutti i giorni della settimana attraverso l’integrazione professionale tra Assistenza Primaria e Continuità Assistenziale, attraverso forme di associazionismo professionale”.

Si è dato pertanto una eccessiva enfasi, ad un progetto già dato per scontato dal nostro ACN e non realizzatosi solo per la incapacità politica di chi gestisce la Sanità di questa Regione. Inoltre si è dato al cittadino, da parte del Ministro Balduzzi, una informazione non rispondente alla realtà, perché il Medico di Assistenza Primaria attraverso queste forme associative a turnazione coprirà l’orario H12 e la Continuità Assistenziale continuerà a coprire i turni notturni e festivi all’interno di queste aggregazioni.

L’obiettivo di garantire H24 attraverso queste forme associative complesse rimane comunque né fattibile, né realistico, nel breve periodo.

Infatti è fondamentale la disponibilità di personale, di strutture ed attrezzature, tutte cose che sono state delegate agli AIR.

La realizzazione di questo tipo di Assistenza non è realizzabile ovunque, pertanto solo i grossi centri urbani dove è concentrata una grande densità di popolazione potranno beneficiarne.

Nei territori periferici dove vi è una piccola popolazione sparsa su grandi territori si dovrà ricorrere alle A.F.T. dove ogni medico in rete con altri continuerà ad assistere quella popolazione nel suo studio.

Fare dichiarazioni impegnative e fuorvianti quali quella di dare la garanzia al cittadino di accogliere i Codici Bianchi presso queste aggregazioni, quasi fossero una sorta di mini Ospedale di quartiere, sulla onda emotiva della riorganizzazione della Medicina territoriale è una falsità.

La tutela della salute del cittadino quando si reca in Pronto Soccorso, viene data anche da tutta una serie di strutture tecnologiche all’avanguardia, che gli vengono messe a disposizione.

La diagnostica di 1° livello di cui dovrebbero dotarsi i nostri poliambulatori è rappresentata da quali tecnologie?

Queste sono realizzabili in una Regione coma la nostra soggetta a severi controlli come il “piano di rientro” che impedisce di fatto di fare ex novo degli investimenti?

Certamente il problema non si risolverà con le cosiddette “ISORISORSE”.

I Medici di famiglia sono consapevoli che nei prossimi anni si dovranno operare innovazioni e cambiamenti nel territorio.

La nostra assistenza dovrà prevedere aggregazioni di diverse competenze professionali, associate alle innovazioni tecnologiche e alla formazione di modelli organizzativi che diano qualità e sicurezza nelle cure.

Il Federalismo Sanitario ha prodotto ineguaglianze tra NORD e SUD legate ad una diversa gestione della politica sanitaria, per cui in alcune Regioni sarà possibile realizzare, in tempi relativamente brevi rispetto ad altre, quanto richiesto dal Decreto Balduzzi.

Noi vogliamo essere i protagonisti di questi cambiamenti, ma anche gli osservatori critici della funzionalità e della garanzia di salute di questi cambiamenti.

 

                                                                                                         Il Segretario Provinciale Generale

                                                                                                               Dr Francesco Benevento

 


Notizia pubblicata il 25/09/2012

Pagina riservata...

La pagina che desideri visualizzare è disponibile SOLO per gli utenti registrati che hanno effettuato il login.

Se desideri anche tu visualizzare questa pagina e tutti gli altri contenuti riservati, effettua la registrazione.